Politiche attive e nuove opportunità per i Consulenti del Lavoro

Di Enrico Limardo 

Dopo la pausa estiva sono i “lavori” nel cantiere delle politiche attive: proprio in questi giorni è stato formalizzato il passaggio all’ANPAL di Italia Lavoro, l’agenzia tecnica del Ministero del Lavoro che, anche dal punto di vista giuridico, entra a far parte della Rete nazionale dei servizi per le politiche del lavoro e, contestualmente, il Presidente dell’Agenzia, il prof. Del Conte, in una serie di interviste rilasciate agli organi di informazione ha dichiarato che entro la fine dell’anno partirà l’assegno di ricollocazione, con notevoli ricadute in termini di operatività e di opportunità professionali per tutti i delegati della Fondazione Lavoro.

Per veicolare tale importante messaggio, i rappresentanti della Fondazione saranno  presenti a tutti i Congressi di Categoria in programma proprio in queste settimane in numerose regioni, intervenendo nelle tavole rotonde e mettendo a disposizione dei colleghi uno stand informativo sui servizi della Fondazione.
Nello stesso periodo la Fondazione ha previsto una serie di iniziative di formazione sul territorio, riservate alle sedi accreditate nelle diverse regioni, per approfondire le novità normative e costruire un modus operandi comune sulle tecniche di orientamento, di collocamento e di ricollocazione dei soggetti in cerca di occupazione.

Accanto a queste iniziative di “Categoria”, la Fondazione ha messo in programma la partecipazione ad eventi utili per presentare a terzi la “rete” dei Consulenti del Lavoro e le opportunità da questa offerte alle imprese, ai giovani, ai disoccupati.
Opportunità che sono in costante aumento: al know-how – unanimemente  riconosciuto – nell’incontro domanda-offerta di lavoro e nella promozione dei tirocini, infatti, la Fondazione può aggiungere dal 2016 quello relativo ai percorsi di accompagnamento al lavoro, avendo prodotto attraverso questo strumento nel primo semestre dell’anno in corso un volume d’affari superiore a quello dei percorsi di tirocinio finanziati da risorse pubbliche.

Tali premesse, pertanto, hanno suggerito di presenziare ai cosiddetti “job day” (o “job fair”), le giornate organizzate sul lavoro e sulla formazione, in cui gli operatori presentano i propri servizi ai giovani ed ai disoccupati.

Nelle ultime settimane la Fondazione ha fatto tappa a Firenze per “Jobbando”, la  più importante manifestazione toscana sulle opportunità di lavoro e di formazione e dal 24 al 26 novembre sarà presente a Verona per “Job&Orienta”, la più antica e partecipata manifestazione di settore dove, insieme alla Associazione per la Formazione Manageriale (ASFOR) saranno organizzate una serie di iniziative informative sull’alternanza scuola-lavoro e sull’inserimento dei giovani nel mercato del lavoro.

A questi vanno aggiunte le tappe del Salone dello Studente, organizzato da Class editori, dove la Fondazione partecipa con una presenza qualificata, realizzata attraverso l’allestimento di uno stand per presentare ai giovani le opportunità di lavoro e di tirocinio, la partecipazione ai convegni istituzionali, l’organizzazione di workshop informativi su tematiche come i tirocini, l’orientamento al lavoro, la Garanzia Giovani. Il calendario del “Salone” vede i seguenti impegni: si parte da Roma, precisamente dalla Fiera di Roma dal 25 al 27 ottobre, si prosegue al Pala Alpitour di Torino il 3 e 4 novembre, si passa dalla Fiera del Levante di Bari dal 29 novembre al 1° dicembre, per concludersi a Catania dal 13 al 15 dicembre.

Per informazioni sui servizi della Fondazione e per gli eventi sul territorio è possibile consultare il sempre aggiornato e puntuale portale all’indirizzo  www.fondazionelavoro.it