Botteghe di Mestiere: aperte le candidature

C'è tempo fino al 30 giugno 2016 per scegliere tra le prime 92 botteghe
 

Dopo la pubblicazione delle graduatorie definitive del progetto Botteghe di Mestiere e dell'Innovazione, aperte le candidature per gli oltre 900 tirocini previsti dall'iniziativa.  Dal 7 giugno alle ore 12:00, i giovani disoccupati tra i 18 e i 35 anni non compiuti, potranno iscriversi alle 92 botteghe distribuite su tutto il territorio nazionale ed essere selezionati per un tirocinio durante il quale saranno formati al fine di imparare sul campo le tecniche e i segreti delle professioni previste dall'avviso per le diverse tipologie di botteghe.

C'è tempo fino alla fine del mese, 30 giugno 2016, per inviare la propria candidatura. Sul sito ufficiale di Botteghe di Mestiere e dell'Innovazione si specifica,  inoltre, che prossimameente sarà pubblicato un nuovo elenco. Per presentare la propria candidatura, che potrà essere inviata per una sola Bottega,  è necessaria la seguente documentazione:

  1. copia del documento d’identità in corso di validità (o permesso di soggiorno se sei un cittadino extracomunitario)
  2. autocertificazione dello stato di disoccupazione o copia del certificato di iscrizione al servizio competente che attesta lo stato di disoccupazione
  3. curriculum vitae con l’autorizzazione al trattamento dei dati

Il progetto prevede il coinvolgimento di quasi 900 imprese di grandi, medie e piccole dimensioni. La distribuzione delle aziende per settore e filiera vede una netta maggioranza dell’agroalimentare-enogastronomia-ristorazione (oltre il 53%, seguito dalla grande distribuzione organizzata (14,3%), dalla meccanica (11,4%), dall’abbigliamento e moda (oltre il 10%), dal legno e arredo (quasi 5%), fino a settori con percentuali minori quali l’artigianato artistico, la cantieristica navale e la stampa.
Si ricorda che per ciascun tirocinante, le aziende percepiranno 250 euro al mese per un massimo di 6 mesi. Ai soggetti capofila, promotori dei tirocini, verrà riconosciuto un contributo complessivo di 500 euro per ciascun giovane che abbia completato un percorso di tirocinio di durata semestrale. I giovani percepiranno mediamente 500 euro al mese.