INCONTRO FONDAZIONE LAVORO/ANPAL DEL 29 OTTOBRE: NON SOLO ASSEGNO DI RICOLLOCAZIONE

ANPAL annuncia importanti novità

In occasione della giornata del 29 ottobre, dedicata in particolare all’approfondimento delle procedure in vigore e alla verifica delle problematiche legate all’utilizzo del Sistema AdR dell’ANPAL, l’ANPAL annuncia importanti novità relative agli interventi di manutenzione dei sistemi, al momento in corso, mirati al miglioramento del Sistema AdR dell’ANPAL e più in generale orientati alla costruzione del sistema informativo unitario delle politiche attive previsto dall’art. 13 del D.Lgs. 150/2015 e successive modifiche.

L’impegno della Fondazione Lavoro e dell’ANPAL, come sottolineato dal Presidente di Fondazione Vincenzo Silvestri, è mirato a raggiungere la piena operatività della misura e il potenziamento della rete dei servizi per il lavoro di cui i consulenti del lavoro sono parte. In tale ottica, il Presidente annuncia il prossimo sviluppo di un protocollo di colloquio che metterà in comunicazione il Sistema della Fondazione Lavoro FLLab con il Sistema dell’Agenzia al fine di acquisire i curricula dei destinatari delle misure di Garanzia Giovani ed ottenere una maggiore integrazione tra le diverse reti.

Sul piano dei sistemi informativi, entro il mese di novembre sarà adottato un nuovo sistema di identificazione degli utenti che consentirà l’accesso a tutti i servizi ANPAL con la medesima utenza; sarà possibile accedere attraverso SPID, il DUI o l’utenza registrata. Inoltre, al fine di ridurre i tempi di risoluzione delle criticità riscontrate dalle sedi accreditate nell’utilizzo del Sistema AdR dell’ANPAL, sarà attivato un nuovo servizio di help desk nell’ambito del quale la Fondazione Lavoro potrà avvalersi di un canale prioritario per la segnalazione e il trattamento delle problematiche riscontrate; la Fondazione, effettuata una pre-analisi della problematica registrata, potrà segnalare le anomalie di sistema per tipologia fungendo da collettore delle diverse comunicazioni ricevute da parte delle sedi accreditate.

Diverse sono le ulteriori misure messe in campo dall’ANPAL.

DID on line: è possibile rilasciare la dichiarazione di immediata disponibilità direttamente attraverso la procedura informatica, attraverso la domanda di NASPI (che ai sensi di legge equivale alla DiD), recandosi presso il CPI o presso un patronato convenzionato con ANPAL (dal 22 ottobre u.s.).

Allineamento delle banche dati INPS, Sistema ANPAL (Nodo nazionale) e sistemi regionali (Nodi regionali): entro l’anno, le banche dati INPS, ANPAL e nodi regionali saranno aggiornate automaticamente evitando mismatch di informazioni tra i diversi sistemi che spesso oggi intralciano l’accesso alle misure di politica attiva disponibili sul territorio. Attraverso tale meccanismo, il rilascio della DiD effettuato ad esempio mediante la domanda di NASPI presentata presso l’INPS è registrato automaticamente all’interno del Sistema ANPAL e dei sistemi regionali (entro 24 ore).

Passaggio dalla Scheda anagrafico-professionale al fascicolo del disoccupato: il progetto prevede l’arricchimento della scheda anagrafico-professionale con una serie di informazioni aggiuntive attraverso le quali sarà possibile, a partire dal 2019, ricostruire il percorso professionale del cittadino, incluse le misure di politica attiva e gli incentivi di cui lo stesso ha fruito nel tempo.

Dalla verifica dell’incentivabilità alla certificazione dello stato di disoccupazione: come noto, la funzionalità dell’incentivabilità, disponibile da alcuni mesi ed accessibile mediante il Sistema ANPAL, consente di verificare se il cittadino è un lavoratore svantaggiato (ossia se negli ultimi 6 mesi non ha prestato attività lavorativa riconducibile a un contratto di lavoro subordinato di almeno 6 mesi o un lavoro parasubordinato o autonomo con un reddito complessivo annuo minore al minimo per essere soggetto all’imposizione fiscale) ma non ne certifica lo stato di disoccupazione, avendo quindi un valore altamente incerto. Dalla seconda metà di dicembre 2018, ANPAL metterà a disposizione una nuova funzionalità dl sistema attraverso la quale il cittadino potrà scaricare il proprio certificato di disoccupazione timbrato digitalmente, aggiornato alla data di interrogazione del sistema.

A conclusione dell’intervento, i referenti dell’ANPAL si sono resi disponibili per l’organizzazione di ulteriori incontri di approfondimento di cui la Fondazione darà tempestiva comunicazione.