ASSEGNO DI RICOLLOCAZIONE A REGIME: L'IMPEGNO DI FONDAZIONE LAVORO E ANPAL PER LA PIENA OPERATIVITA' DELLO STRUMENTO

Prosegue la collaborazione tra Fondazione Lavoro e ANPAL

In continuità con gli incontri svoltisi nelle settimane precedenti, Fondazione Lavoro ha organizzato, per il prossimo 29 ottobre presso la sede di Via Cristoforo Colombo 456 – Roma dalle 10.00 alle 17.00, una seconda sessione informativa (la prima si è svolta lo scorso 18 settembre) interamente dedicata ai Consulenti del Lavoro volta ad approfondire procedure e problematiche riscontrate nell’attuazione dell’AdR.

Nel corso della giornata, per tutti i Consulenti sarà possibile verificare insieme ai tecnici dell’Agenzia le problematiche di accesso al sistema e di gestione degli Assegni presi in carico.  A tal fine, sarà infatti attivato un servizio di help desk raggiungibile al numero della segreteria della Fondazione (selezionare opzione 1 Segreteria): 06 59648413.

Cinque tecnici dell’ANPAL saranno a nostra disposizione per l’intera durata dell’incontro per rispondere a quesiti e soprattutto intervenire in tempo reale per la risoluzione delle criticità emerse nella gestione della misura.

Prosegue quindi la proficua collaborazione tra la Fondazione e l’ANPAL, grazie alla quale nelle ultime settimane è stato possibile dare risposte concrete alle richieste di intervento delle sedi accreditate, con l’obiettivo di recuperare lo svantaggio inizialmente avuto a causa delle difficoltà legate al sistema ANPAL e di assicurare condizioni di piena operatività ai Consulenti del Lavoro Delegati della Fondazione che hanno deciso di impegnarsi nella gestione di tale misura.

Stando ai dati aggiornati al 16 ottobre u.s., sono 364 (su circa 3.000 richiesti a livello nazionale) i destinatari di AdR che hanno scelto una sede accreditata della Fondazione Lavoro per l’attivazione del servizio di ricollocazione; un dato in linea con il trend registrato nell’ambito della sperimentazione della misura, che conferma il ruolo strategico dei delegati della Fondazione ed il contributo che le sedi accreditate possono dare ai fini del buon esito e del successo dello strumento promosso dall’ANPAL.